Formentera come risparmiare per una vacanza low cost

Ammettiamolo, Formentera non è una meta economica per fare le proprie vacanze. E’ tutto in po’ costoso, specialmente l’ alloggio, ma anche le spese per raggiungerla non sono poche. Si arriva all’ isola delle Baleari solo attraverso l’aereo per Ibiza a cui di deve aggiungere il traghetto e le relative spese per il bus per il porto. Insomma messe tutte insieme le cose si arriva ad una spesa corposa. Si può comunque risparmiare per organizzare una vacanza se non proprio low cost ma a basso budget.

Il volo per Formentera: come detto l’aeroporto è quello di Ibiza. Dall’ Italia molte compagnie low cost offrono voli da parecchi aeroporti. Vueling, Ryan Air, Easy Jet, Iberia ma anche Alitalia. Acquistare prima, con buon anticipo e preferibilmente partire non di sabato e di domenica ci fa risparmiare qualcosa. Andata anche in agenzia di viaggio e cercate dei voli charter, costano di meno.
Attenzione quando scegliete le compagnie low cost, in particolare Ryan Air. Leggete bene le condizioni relative al trasporto dei bagagli a mano, se sgarrate tutto quello risparmiato sul biglietto ve lo ripagate per il bagaglio fuori peso o forma. Easy Jet invece non prevede limiti sul bagaglio a mano, per Alitalia 8 kg massimo.

Una volta arrivati in aeroporto ad Ibiza: c’è l’autobus, ve la cavate con meno di 10 euro per il porto. Il traghetto invece è costoso: ci sono 2 compagnie: Balearia e Trasmapi , 21,98 euro la prima e 21,75 la seconda per tratta per la durata del viaggio di 30 minuti, ci sono però delle offerte in alcune ore della giornata a 16 euro, ad esempio alle 7 del mattino.

Dove dormire: per risparmiare l’ideale è affittare una casa, più siamo e più risparmiamo perchè si divide. I prezzi partono da 500 euro per una a settimana per una casa da 3 posti letto in bassa stagione (luglio ed agosto esclusi). Una villa da 8 persone costa circa 2mila euro, ma sarebbero 250 euro per persone con uso cucina, così si risparmia sui pasti.

A Formentera ci sono parecchi negozi di almimentari e supermercati dove si puo’ comprare tutto, compresa la pasta, il prosciutto ecc. Se ci si organizza e si cucina in casa non si spende molto. Altrimenti una pizza al ristorante, buone quelle di Es Pujols, costa quanto da noi. Pizza + birra circa 15 euro.

La sera: famosi gli aperitivi sulla spiaggia. Un drink può costare 4 euro al famoso Pirata Bus, forse il più bello, sicurmante il più storico, di tutta l’isola dove si attende il tramonto sul mare del sole che viene scandito con la musica di Bocelli e si passa a 10 euro ed oltre dei più chiccosi locali sulla spiaggia di Illetes. Da notare che spesso i locali cambiano nome, alcuni chiudono e altri sorgono. Da tenere d’occhio anche:

– chiringuito Amore e Iodio al km 11.6 sulla spiaggia di Es Calò
– Flipper a Platja Migjorn al km 11 sulla spiaggia di Es Arenals
– Las Banderas al km 8.7 sulla spiaggia di Platja Migjorn
– Flipper a Platja Migjorn al km 11 sulla spiaggia di Es Arenal

Spiagge: sono tutte gratuite tranne quelle di Illetes, le più belle di tipo caraibico con acqua turchese, che chiedono un ingresso di 2 euro se si entra con auto o motorino.

Come muoversi sull’ isola: affitare un motorino è la miglior cosa, mi raccomando trattate sul prezzo, specialmente in bassa stagione. 10 euro al giorno è un buon prezzo, al porto si trovano un sacco di noleggiatori. Altrimenti auto o le moto a quattro ruote. Escluse le biciclette perchè i percorsi sono lunghi ed il vento spesso tira forte.

Fare il bagno sul fiume Alacantara in Sicilia nelle grotte

In Sicilia, nella parte orientale dell’ Isola, ci sono le Gole dell’ Alcantara, vero e proprio canyon naturale che incantò anche Greci e Romani. Si tratta di rocce generate da colate laviche che formano splendide piscine naturali alimentate dal fiume Alcantara dove poter immergersi in maniera gratuita a contatto con la natura.

Il fiume è l’unico tutelato da un Parco nell’intera Sicilia ed è attraversato da 8 itinerari di trekking. Quello delle Gurne ad esempio ruota attorno a 16 laghi con diametro che varia da 5 a 30 metri mentre quello delle Gole dell’ Alcantara o di Larderia attraversa il tratto più intenso del canyon dove è facile incontrare aironi, merli, istrici e lepri.

Alle Gole si arriva giungendo dall’ aeroporto di Catania e proseguendo a nord per circa 60 km. La visita al Parco Fluviale si può effettuare con le guide. Ci sono due centri di informazione, uno a Randazzo (tel.095-7991611) ed uno a Castiglione di Sicilia (0942-980320).

golealcantara

Il periodo migliore per andare, se si vuole anche fare il bagno, è la stagione calda perchè comunque le acqua del fiume sono fredde. Se l’acqua ristagna in piscine più piccole si può approfittare anche a maggio-giugno e a settembre. Per il letto del fiume, dove l’acqua non è profonda non ci sono problemi di temperatura e si può andare anche per prendere il sole sulle rive.

Per effettuare arrampicate si possono affittare mute e caschi da Terredialcantara mentre per la risalita c’è sempre l’ascensore.

A ferragosto non si deve perdere a Randazzo la festa dell’ Assunta portata in processione su una torre alta 15 metri animata da bambini che vestono i panni di angeli e santi. Per una cena con splendida vista mare si può andare a Castello di Calatabiano, si sale in funicolare.

Seychelles Le Spiagge piú belle del Mondo a 7 ore di Volo

Le Seychelles rappresentano uno dei piú bei arcipelaghi del mondo. Qui ci hanno girato film come “Cast Away” con Tom Hanks e la pubblicità di una nota marca di solari per la pelle. Le spiagge sono famose proprio perchè selvagge, incontaminate e bianchissime e si raggiungono facilmente dall’ Italia. Appena sette ore di volo per atterrare nell’ aeroporto intercontinentale dell’ isola di Mahè, la piú grande nonchè sede di Victoria, città capitale dello Stato.

Le isole che formano l’intero arcipelago sono 115, alcune completamente disabitate, altre visitabili con un traghetto. Se state pianificando dei viaggi nelle isole delle seychelles oggi vi guideremo nella scoperta di questo fantastico luogo.

Le isole da vedere sono principalmente tre. Oltre a Mahè, un po’ piú trafficata, comunque con belle spiagge ed una montagna di 900 metri da gui godere uno splendido panorama, ci sono Praslin e La Digue. I turisti tendono a scappare da Mahè perchè preferiscono le due piú piccoline e sicuramente piú selvagge. Ci sono pero’ tante cose da vedere anche nell’ isola madre.

seychelles

Praslin è la seconda piú grande ed è raggiungibile da Mahè tramite motoscafo veloce, 1 ora circa di tragitto, oppure direttamente dall’ aeroporto con gli aeri ad elica dell’ Air Seychelles, piccoli Twin Otter da circa 20 posti (un passaggio di sola andata costa circa 60 euro). Per alloggiare ci sono tanti resort, da quelli piú lussuosi agli abbordabili e le Guest House piú economiche.

Praslin ha delle spiagge bellissime, un parco meraviglioso pieno di alberi con il frutto simbolo dell’ isola che cresce solo qui, il “coco de mer” e una flora lussureggiante . E’ La piccola La Digue quella piú caratteristica. Ci si arriva in 20 minuti da Praslin con battello. Non circolano auto, solo qualche taxi e la notte le strade non sono illuminate tanto che è consigliabile portare una torcia per addentrarsi nelle strade.

A La Digue si può visitare Anse Source D’Argent una delle spiagge considerate piú belle al mondo. Una piccola baietta con i famosi massi in granito che fanno da cornice alle dune in sabbia .Nell’isola è stato girato anche il film Emmanuelle con la splendida Sylvia Kristel.

Le altre isole che vale la pena visitare sono Aldabra, Desroches, Cerf, Fregate, Silhouette, St. Anne. Alle Seychelles la lingua ufficiale è l’inglese anche se qualche creolo parla anche francese.

Cosa fare in Un Weekend a Verona

Ecco qualche itinerario per un week-end a Verona per due persone, una delle città più belle d’Italia. Verona è notoriamente conosciuta per alcuni luoghi simbolo, come la famosissima Casa di Giulietta con il suo balcone, oppure per l’Arena di Verona, dove si organizzano concerti ed eventi imperdibili.

Tuttavia la città nasconde delle sorprese inaspettate, da scoprire in due; Verona è una delle mete migliori dove organizzare un viaggio romantico di due giorni. Andiamo a scoprire quali sono i luoghi più romantici della città.

giardino_giusti

Innanzitutto non c’è luogo più romantico del Giardino Giusti. Iniziamo proprio da questo parco il nostro viaggio. Si tratta di un’oasi verde situata a pochissimi metri dai principali monumenti cittadini; nel parco del Cinquecento potrete camminare seguendo viali di cipressi e labirinti di siepi, ammirando collezioni di fiori, reperti romani e fontane monumentali immerse nel verde. Non sembra neanche di trovarsi nel cuore di Verona, a pochi minuti dall’Arena. Il parco merita davvero una visita, soprattutto per la terrazza panoramica da dove si può ammirare un belvedere stupendo. Decisamente il luogo adatto per una coppia che vuole dedicarsi un’oretta di pace.

Altro luogo da visitare è il complesso di Castel San Pietro. L’antica roccaforte militare di età romana sorge sull’omonimo colle ed è uno dei luoghi più suggestivi della città. La scalinata che porta all’ingresso vi permetterà di godere di un panorama unico e romantico (soprattutto in inverno); potrebbe essere il luogo migliore dove fare una proposta matrimoniale d’impatto. Proposta o no, il castello merita una visita, anche se ora è in fase di restauro.


arena_verona

Altro luogo caratteristico della città è sicuramente il Ponte di Pietra. Il ponte si trova tra Piazza del Foro e il Duomo di Verona ed è una delle strade migliori per raggiungere il centro cittadino dal Giardino Giusti. Il ponte sull’Adige è l’unico di epoca romana ad essere giunto fino a noi ed è un ottimo punto di osservazione dal quale ammirare il lungo Adige di Verona.

Come ciliegina sulla torta in questa nostra fuga romantica, perché non concedersi una buonissima cenetta per due in uno dei tanti locali di Piazza BraLa cornice della piazza è una delle più belle d’Italia, con l’Arena di Verona come sfondo.

La Costa in Bra, può essere un’ottima scelta per una pizza o anche un gelato artigianale; a pochi passi dall’Arena, il locale in questione vanta una storia secolare in ambito di ristorazione.

Se invece preferite un aperitivo allora fate un pensierino al’Emanuel Cafè dove troverete ottima scelta di vini e prodotti tipici della regione.

Infine potreste provare nel Bistrot Mamma Mia, un ristorante rinomato e di classe che sicuramente vi permetterà di fare colpo sulla vostra dolce metà.

Le opportunità per un bel viaggio per due sono molte a Verona e, come abbiamo visto, non si limitano soltanto al famoso balcone di Giulietta.

Rimborsi per viaggi non Effettuati per motivi di sicurezza

Nel mondo ci sono tante zone “calde”, in cui esistono conflitti più o meno velati, ma che, allo stesso tempo, sono mete turistiche. ad esempio l’Egitto. Abbiamo diritto ad un rimborso da parte di agenzie turistiche o tour operator se decidiamo di rinunciare al viaggio perchè abbiamo paura di partire?

La risposta è affermativa, sì abbiamo diritto ad un rimborso, ma ad una condizione, il Ministero degli Affari Esteri dice ufficialmente che si tratta di un Paese a rischio. Il Ministero, infatti, fra i suoi compiti ha anche quello di monitorare i Paesi in cui minacce terroristiche, tensioni politiche o emergenze sanitarie (epidemie, per esempio), mettono a  rischio la sicurezza e l’ incolumità dei viaggiatori.

rimborso_viaggio_rischioso

 

Se, alla vigilia della partenza, la tua meta rientra tra quelle su cui pesa questo allarme, puoi decidere giustamente di rinunciare al viaggio, senza per questo doverci rimettere di tasca tua.

Come faccio a sapere quali sono le nazioni a rischio sicurezza?

Bisogna andare sul sito del Ministero, Viaggiare Sicuri, e controllare se il Paese è a rischio sicurezza. Questo portale fornisce informazioni aggiornate su tutti i Paesi del mondo, indicandoti problemi di sicurezza, fenomeni atmosferici o epidemie che rendono sconsigliabile la partenza. Puoi avere le stesse informazioni anche via telefono, chiamando l’Unità di Crisi allo 06-491115. Registra il tuo viaggio sul dovesiamonelmondo.it, sito messo a disposizione dalla Farnesina, indicando le tue generalità, l’itinerario e il cellulare. Oppure, fornisci gli stessi dati telefonando allo 011-2219018. Durante il tuo soggiorno, riceverai i nuovi avvisi.

In caso di annullamento per cause indipendenti dalla volontà del viaggiatore, il codice del turismo (decreto legislativo 23 maggio 2011 n. 79) prevede infatti che il tour operator rimborsi la somma pagata entro 7 giorni dalla disdetta. Non è contemplata nessuna penale. E non importa che nel contratto di viaggio ci sia questa clausola: non vale. Stessa casa per quel che riguarda i rimborsi per i ritardi degli aerei , le compagnie sono obbligate a risarcire fino ad un massimo di 600 euro per tratte di lungo raggio.

Se non vuoi rinunciare al viaggio, magari perché hai già chiesto le ferie, è un tuo diritto avere anche un’alternativa: l’agenzia deve cioè metterti a disposizione una rosa di destinazioni “sicure” tra cui scegliere e per le quali non è previsto nessun costo extra o aggiuntivo, rispetto a quello del pacchetto già acquistato.

Se il tuo tour operator ti chiede il pagamento di una penale, o non ti fornisce proposte di mete alternative senza maggiorazioni di prezzo, puoi denunciarlo all’Autorità garante della concorrenza e del mercato con una segnalazione online.